CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Loano (SV)

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA' PER L'ANNO 2011
APPROVATO DAL C. D. NELLA SEDUTA DEL 16/11/2010


     

TESSERAMENTO 2011

Le quote per il rinnovo dell'iscrizione sono variate come segue:
SOCIO ORDINARIO € 42,00
SOCIO FAMILIARE € 23,00
SOCIO GIOVANE   € 16,00

QUOTE PER NUOVE ISCRIZIONI
SOCIO ORDINARIO €42,00
+ € 5,00 per tessera
SOCIO FAMILIARE € 23,00 + € 5,00 per tessera
SOCIO GIOVANE € 16,00 tessera gratuita
 
Presso la Sede sociale é possibile rinnovare l'abbonamento a "La Gazzetta di Loano" che mensilmente tratta notizie riguardanti la nostra associazione.

 

ATTIVITA' SOCIALI
Ogni partecipante ad attività sociali esonera il C.A.I., gli accompagnatori, i coadiutori da ogni responsabilità per infortuni che dovessero verificarsi durante lo svolgimento delle attività sociali. Nel caso di trasferimento con mezzi privati si intende iniziata e terminata l'attività nel momento in cui si lasciano e si riprendono i mezzi. Eventuali variazioni al programma verranno comunicate nella Sede Sociale ed esposte nella bacheca.

 

 

SI RICORDA CHE:

a)   l’anno sociale decorre dal 1 gennaio al 31 dicembre
b)  la copertura assicurativa per le spese di soccorso e recupero scade il 31 marzo dell’anno successivo all’iscrizione o al rinnovo 
c)  se il rinnovo avviene entro il 15 marzo non viene interrotta la suddetta copertura assicurativa                
d)
    rinnovando dopo tale data il Socio rimane scoperto per circa dieci giorni
e)
     per i nuovi Soci l’assicurazione ha inizio dopo dieci giorni circa dalla consegna della tessera
f)
    i Soci sono garantiti nel rimborso delle spese sostenute dal C.N.S.A.S. nell’opera di ricerca e/o recupero sia tentata che riuscita compreso l’intervento dell’elicottero nei limiti dei massimali concordati
g)
     per i Soci in regola con il tesseramento 2008 la copertura offerta dalla nuova polizza infortuni decorre dal 1 gennaio.

REGOLAMENTO GITE
(da leggere con attenzione)
Ogni partecipante ad attività sociali esonera il C.A.I., gli accompagnatori, i coadiutori da ogni responsabilità per infortuni che dovessero verificarsi durante lo svolgimento delle attività sociali. Nel caso di trasferimento con mezzi privati si intende iniziata e terminata l’attività nel momento in cui si lasciano e si riprendono i mezzi.
Eventuali variazioni al programma verranno comunicate  nella Sede Sociale ed esposte nella bacheca.
L’adesione ad una gita implica, da parte dei partecipanti, la piena osservanza degli orari stabiliti, del presente regolamento gite e delle disposizioni che il capogita riterrà opportuno adottare per il regolare svolgimento della gita. In particolare prima di iscriversi ad una gita bisogna informarsi circa l’itinerario, i tempi di percorrenza, i dislivelli, le difficoltà e valutare la propria preparazione ed il proprio allenamento.
I partecipanti si impegnano a non superare il capogita.
Si ricorda che i capigita conducono l’attività per l’intero gruppo di partecipanti e, come tali, possono prendere le decisioni per tutta la comitiva, comprese le variazioni da apportare all’itinerario. Per le escursioni che presentano difficoltà tecniche, l’attrezzatura necessaria verrà comunicata ed i partecipanti, dovranno esserne provvisti. Inoltre, è facoltà del capogita escludere dalle escursioni impegnative chi non sia ritenuto idoneo o male equipaggiato. I programmi dettagliati delle singole gite sono visibili presso la Sede Sociale prima dello svolgimento delle gite stesse.
Gli organizzatori si riservano la facoltà di apportare tutte quelle modifiche, aggiunte o soppressioni che si rendessero necessarie per il miglior svolgimento della gita.
Per le gite in pullman o che prevedono una prenotazione di servizi, è obbligatorio versare un anticipo all’atto dell’iscrizione. La Sezione, per il fatto di aver organizzato la gita, non assume alcuna responsabilità verso i partecipanti.

ASSICURAZIONI

Anche per il 2011 con l’iscrizione o il rinnovo viene attivata automaticamente la copertura assicurativa infortuni per eventuali incidenti in attività sociali. Per i Soci che lo desiderano è possibile raddoppiare i massimali, caso morte o invalidità permanente, della copertura assicurativa infortuni, compilando un modulo e versando la quota stabilita dalla Sede Centrale,  al momento del rinnovo o dell’iscrizione.  Per la partecipazione alle gite, ai non Soci è richiesto il versamento di una quota per ottenere la copertura assicurativa infortuni, ed una quota per l’assicurazione “Soccorso alpino”. Per motivi organizzativi la partecipazione a gite sociali di non Soci dovrà essere comunicata al capogita 48 ore prima della gita, con il contestuale versamento della quota assicurativa. Presso la Sede Sociale sono disponibili ulteriori informazioni.

SEDE SOCIALE
Viale Libia- Torre Pentagonale -Loano

Da quest’anno la Sede Sociale sarà aperta il venerdì ed anche il martedì, non festivi dalle ore 21, durante il ritrovo vi è l’opportunità di organizzare attività non specificatamente menzionate nel calendario, di scambiarsi notizie, proporre nuove attività e di consultare la biblioteca sezionale, nella prospettiva di una sempre più fattiva collaborazione e conoscenza tra i Soci. Nella Sede Sociale, al piano terra è stata allestita una piccola parete artificiale d’arrampicata a disposizione dei Soci, generalmente il martedì secondo gli orari e le modalità esposte in Sede.

La Sezione è dotata di un telefono cellulare il cui numero è +393490917997

CLASSIFICAZIONE DIFFICOLTA'
Legenda:
T) Sentiero turistico
Itinerario di carattere turistico, su strade pedonali, carrarecce, mulattiere o evidenti sentieri.
E) Sentiero escursionistico
Itinerario segnalato, privo di difficoltà tecniche, in genere mulattiere, sentieri di accesso ai rifugi.
EE) Sentiero per escursionisti esperti
Itinerario segnalato in zone impervie e con passaggi che richiedono all'escursionista una buona conoscenza del terreno ed un equipaggiamento idoneo
EEA) Via ferrata o attrezzata
Itinerario che consente di affrontare pareti rocciose preventivamente attrezzate, é richiesta una buona preparazione fisica e l'uso di attrezzatura specifica..
F) Alpinismo facile
Itinerario che prevede facili passaggi di arrampicata di I grado, richiede all'escursionista passo sicuro e l'assenza di vertigini.
PD) Alpinismo poco diffìcile
Itinerario che prevede passaggi di I/II grado con uso di materiale alpinistico, richiede all'escursionista passo sicuro e l'assenza di vertigini.



CALENDARIO ATTIVITA' 2011

I Soci che desiderano veder pubblicate su questo sito le foto delle proprie escursioni possono inviarle via e-mail a questo indirizzo: luigi@Lnet.it

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo calendario attività 2011.


DOMENICA 9 GENNAIO
PIAN DELLE BOSSE
Capigita
Accompagnatori d'Escursionismo della Sezione


Prima gita dell’anno al Rifugio “Pian delle Bosse” e ritorno, lungo alcuni sentieri scelti in base alle condizioni meteo del momento.

     


MARTEDI’ 11 GENNAIO

Incontro con i Capigita

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, incontro tra chi propone le attività, ed i partecipanti per un sereno scambio di idee e proposte.


DOMENICA 16 GENNAIO
CAI giovani “I Gufetti”

Via Julia Augusta
 

Ricominciano una serie di attività dedicate ai Soci giovanissimi, per avvicinarli alla frequentazione della montagna ed alla conoscenza del loro territorio.

           

SABATO 22, DOMENICA 23 GENNAIO
SUL MONTE CARMO AL CHIARO DI LUNA
Capigita
A.E. Giacomo Bertone, A.E. Claudio Menozzi
Gita escursionistica – Disl. m.750 – Diff. E

Confidando in una bella serata di cielo sereno, considerato il periodo…, l’escursione in notturna si svolgerà al chiarore della Luna piena.

Dopo l’ascensione, consueta tappa al nostro rifugio, gestito da Valentina e Lorenzo, dove consumeremo la cena in un ambiente caldo e confortevole.

              


MARTEDI’ 25 GENNAIO
Serata del Socio
“Valli Maira e Varaita”
di Giorgio Massone

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 il Socio Giorgio Massone, ci guiderà alla scoperta di queste valli occitane.


DOMENICA 30 GENNAIO

CIASPOLATA

Commissioni Alpinismo ed Escursionismo

La località ed il programma verranno comunicati al momento in base alle condizioni della neve.

 

DOMENICA 6 FEBBRAIO
MONTE BIGNONE m. 520
Capigita
A.E. Claudio Menozzi, A.E. Beppe Peretti
Gita escursionistica – Disl. m. 520 – Diff. E

Gita in collaborazione con il “Circolo Ricreativo Amici di Ligo”.L’itinerario si svolgerà con partenza da Vadino per salire al M. Bignone e percorrendo lo splendido e panoramico “Sentiero dell’onda”, da poco recuperato dal CAI di Alberga, ritorneremo al punto di partenza. Di qui con un breve trasferimento in auto raggiungeremo la Sede Sociale del Circolo Ricreativo, per gustare l’ottimo pranzo. Necessaria la prenotazione.

                


MARTEDI’ 8 FEBBRAIO
Serata del Socio
“Rimiemuse 3°”
di Paola Cenere, Giobatta De Francesco, Giorgio Massone

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, terzo appuntamento della serie, in occasione del quarantesimo anniversario della Sezione.


DOMENICA 13 FEBBRAIO
CIASPOLATA
Commissioni Alpinismo ed Escursionismo

La località ed il programma verranno comunicati al momento in base alle condizioni della neve.

 

MARTEDI’ 15 FEBBRAIO

“Corso di introduzione alla fotografia digitale”

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, incontro con il Sig. Renato Bonfanti, esperto fotografo, per una prima serata propedeutica ad un corso di introduzione alla tecnica fotografica digitale. Maggiori informazioni in Sede Sociale.


DOMENICA 20 FEBBRAIO

COSTA AZZURRA ANELLO DI POINTE SIRICOCCA
Capogita
O.N.C.–A.E.  Pier Giulio Calcagno
Gita escursionistica – Disl. m. 600 – Diff. E

Dal paesino di Saint’ Agnes, il villaggio sul mare più alto d’Europa m. 700, si risale la Valle del Rio de Venoux, fino all’omonimo colle. Da qui si raggiunge la Pointe Siricocca, un tempo cima fortificata per il controllo della costa e del confine. Qui la vista spazia sulla Costa Azzurra, sui vicini contrafforti e le alte vette delle Marittime. Per pendii assolati si torna a Saint’ Agnes, con visita al paese e ai ruderi del castello, con il giardino medioevale.

              


MARTEDI’ 22 FEBBRAIO
Serata del Socio

“Grizzly”

di Donatello Del Monte

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, il Socio Donatello Del Monte presenterà le immagini del viaggio in Alaska.


SABATO 26 FEBBRAIO
Commissione Escursionismo e sentieristica

GIORNATA DEDICATA ALLA PULIZIA E MANUTENZIONE

DI UN SENTIERO.

              


DOMENICA 6 MARZO
CAI giovani “I Gufetti”
“Rio della Valle”

Escursione da Varigotti a Capo Noli.

                 


DOMENICA 13 MARZO

A VEREZZI CON ALDO
Capogita

A.E. Franco Moreno

Gita escursionistica – Disl. m. 300 – Diff. E

Guidati da Aldo, profondo conoscitore della storia di Verezzi, andremo alla scoperta di alcuni angoli ai più sconosciuti. Un salto nel passato, partendo da epoche remote sino ai tempi moderni.

 

MARTEDI’ 15 MARZO
Serata del Socio
“Aconcagua”

di Fulvia Torsoli

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 la Socia della Sez. di Albenga, Fulvia Torsoli presenterà le immagini della salita dell’Aconcagua, la più alta cima del continente americano.


DOMENICA 20 MARZO
ALPE DI BAUDO m. 1270

Capigita

Paola Cenere, Bianca Pizzorno
Gita escursionistica – Disl. 400 m. – Diff. E

L’itinerario ad anello inizia alla Colla d’Oggia, da cui si risale il pendio sino al M. Grande m. 1418, il rilievo più alto della Valle Impero. Si segue la dorsale per arrivare al M. Fenaira e quindi all’Alpe di Baudo. Si scende leggermente per raggiungere i “piloni”, curiose costruzioni ogivali in pietra a secco.
I cumuli sono il risultato dello “spietramento” messo in atto nei tempi passati per rendere più fruibili i pascoli e le zone dedicate alla fienagione. L’escursione prosegue sino al punto di partenza.

              


VENERDI’ 25 MARZO

ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 si terrà la consueta Assemblea dei Soci, con all’ordine del giorno la relazione sulle attività svolte nel 2010 ed il bilancio consuntivo 2010.


MARTEDI’ 29 MARZO
Serata del Socio

“Nepal”

di Emilio Rescigno

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 il Socio Emilio Rescigno presenterà

le immagini del trekking fatto nel 2010 in Nepal.


MARZO – APRILE
MONTE CHABERTON m. 3130
In collaborazione con la Sezione di Savona
Capigita
Paolo Marsotto, Matteo Mordeglia
Gita scialpinistica – Disl. 1370 m. – Diff. BS

Classicissima della Val di Susa, se non l'hai fatta, la devi fare....

 

DOMENICA 3 APRILE
VALLE PRINO
MONTE MORO m. 1181
Capogita
Antonello Tassi
Gita escursionistica – Disl. 950 m. – Diff. E

Itinerario ad anello nell’alta Val Prino. Dalla località Santuario dell’Acquasanta si raggiunge su sterrata, in mezzo a bellissimi uliveti, il Passo della Valle. Da qui si risale il crinale dirigendosi verso il Passo di Vena e poi per il Passo delle Tavole, dove è situata una caratteristica cappelletta a base ottagonale. Una breve risalita per traccia e prati conduce infine alla sommità del M. Moro, con un panorama che spazia dal vicino M. Faudo all’intera valle fino al mare, e verso nord sulle Alpi Liguri. Scendendo poi verso sud si attraversa un fitto bosco fino ai paesi di Tavole e Valloria, quest’ultima conosciuta per le sue caratteristiche porte dipinte. Da qui si torna al Passo della Valle per raggiungere il punto di partenza.


MARTEDI’ 5 APRILE
Serata culturale

“Geologia per alpinisti ed escursionisti”
geologo Matteo Garofano

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 una serata culturale di divulgazione scientifica su un argomento che sembra ostico e difficile, ma trattato in modo pratico ed interessante per conoscere e capire che cosa abbiamo sotto i piedi e davanti agli occhi nelle escursioni in ambiente montano. Conoscere per apprezzare e difendere.


DOMENICA 17 APRILE
CASCATE DELL’ARROSCIA E POILAROCCA
Capigita
Giobatta De Francesco, Renato Gotti, A.E. Beppe Peretti
Gita escursionistica – Disl. 700 m. – Diff. E

Nella parte alta della Valle Arroscia il torrente forma delle spettacolari cascate, particolarmente ricche d’acqua in primavera. Le raggiungeremo partendo da Mendatica m. 770, proseguiremo verso il suggestivo e diroccato villaggio di Poilarocca e con un’ultima salita ci immetteremo sulla sterrata del Colle del Garezzo m. 1550, che ci porterà a San Bernardo di Mendatica.

                       


DOMENICA 17 APRILE
CAI giovani “I Gufetti”
San Pietro per motivi di accesso è variato in: Antica via della Valle

Dal Giogo di Toirano un’escursione alla Abbazia di San Pietro ai Monti.

                 


LUNEDI’ 25 APRILE

Merendino a Rocca dell’Aia

A cura delle Commissioni Alpinismo ed Escursionismo

Tradizionale Lunedì dell’Angelo, con arrampicate, merendino, allegria ecc.

 

MARTEDI’ 3 MAGGIO

Serata culturale

“Caselle in pietra a secco, architettura rurale delle Terre Alte in Liguria”

O.N.C. Walter Nesti – Sez. di Finale Ligure

Una serata culturale in cui conosceremo e approfondiremo la storia e la funzione delle costruzioni che spesso incontriamo sulle montagne di casa nostra, soprattutto intorno al rifugio “Pian delle Bosse”, dove è stato tracciato un sentiero che da esse prende il nome, il “Sentiero delle Caselle”. Per una frequentazione sempre più consapevole ed informata dell’ambiente che ci circonda.


MERCOLEDI’ 4 MAGGIO

ORE 12.00 Via Aurelia - Luogo di ritrovo dei partecipanti a "Loano non solo mare"

Intestazione della Piazzetta-pineta a "Piazza Club Alpino Italiano"
 


SABATO 7 DOMENICA 8 MAGGIO
CAI giovani “I Gufetti”
San Pietro ai Monti

Prima notte in montagna per “I Gufetti”, naturalmente la scelta non poteva che cadere su “Pian delle Bosse” in data 28/29 mggio prossimi' oggi a San Pietro.

                 


DOMENICA 8 MAGGIO

MONTE ANTOLA m. 1597

Capigita

Francesca Fracassi, Laura Panicucci.
Gita escursionistica – Disl. m. 700 – Diff. E

Noto e frequentato itinerario che si sviluppa nella Valle del Brugneto, che dai piccoli borghi di Bavastrelli e Caprile raggiunge la cima dell’Antola, storico monte fra i più amati e frequentati dai genovesi. Nella discesa, poco sotto la croce di vetta, si passerà dal nuovo e panoramico rifugio dell’Ente Parco, dato in gestione al CAI Ligure, luogo ideale per uno spuntino.

                 


MARTEDI’ 10 MAGGIO
Serata del Socio

“Rimiemuse 4°”
di Paola Cenere, Giobatta De Francesco, Giorgio Massone

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, quarto appuntamento della serie.


DOMENICA 15 MAGGIO
FESTA DI PRIMAVERA
Commissione manifestazioni

Come ogni anno incontro tra Soci e non al Rifugio Pian delle Bosse per trascorrere una giornata serena di cordialità ed allegria.

                 


DOMENICA 22 MAGGIO
CAMMINALONGA
CRESTA DEL PIZZO D’EVIGNO m. 989
Capogita
A.E. Giacomo Bertone, A.E. Beppe Peretti
Gita escursionistica – Disl. m. 1200 – Diff. E

Chissà se sarà possibile, una sola volta l’anno s’intende, proporre una escursione nella nostra zona che pur priva di difficoltà tecniche, sia un po’ più lunga ed impegnativa della norma? Noi ci proviamo con questa prima proposta: una traversata dal mare di Andora a Testico, salendo a Colla Mea da cui per il sentiero di cresta, toccando varie cime si raggiunge il culmine a Pizzo d’Evigno. Di qui sempre di cresta si scende al Passo San Giacomo ed all’abitato di Testico, e al bus.

                 


SABATO 28 E DOMENICA 29 MAGGIO

CAI giovani “I Gufetti”
Rifugio "Pian delle Bosse"

Prima notte in montagna per “I Gufetti”, naturalmente la scelta non poteva che cadere su “Pian  delle Bosse"

                 


DOMENICA 29 MAGGIO
ANELLO MONTE RAMA m. 1150
Capogita
Paolo Folco
Gita escursionistica – Disl. m. 850 – Diff. E

Partendo da Sciarborasca m. 300, l’itinerario segue in parte il vallone del Rio Lerca e quindi il sentiero della diretta sino in vetta. In discesa  raggiunta la dorsale spartiacque si scende verso sud ed infine nel vallone del Rio Scorza, fino al punto di partenza.

                 


GIOVEDI’ 2 GIUGNO
MONTE CARMO
Inaugurazione tavola d’orientamento

In occasione del quarantesimo anniversario della nascita della nostra Sezione, si posa una tavola d’orientamento sulla vetta di M. Carmo.

          ù

     


DA GIOVEDI’ 2 GIUGNO A DOMENICA 5 GIUGNO
G.E.A. Grande Escursione Appenninica

Capogita

A.E. Franco Moreno

Trekking itinerante da Castagno d’Andrea a Chiusi la Verna Diff. E/EE

Sesto appuntamento con la G.E.A., da Castagno d’Andrea, attraversando le Foreste Casentinesi, passando dal Monastero di Camaldoli si arriverà a Chiusi la Verna, luogo dove San Francesco ricevette le stimmate.
Per ulteriori informazioni Franco: 3477556157.
Adesioni entro 06/05/11

        


DOMENICA 12 GIUGNO
BRIC CONOIA

Capogita

Giacomo Tassara
Gita escursionistica – Disl. m. 1200 – Diff. E

Da Viozene per Pian Rosso e Pian dell’Olio, si raggiunge la vetta e la vicina dolina detta “Il profund”.

        


MARTEDI’ 14 GIUGNO
Serata del Socio
“Gruppo del Monviso”
di Giorgio Massone

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 il Socio Giorgio Massone, ci guiderà alla scoperta della montagna simbolo del CAI.


MARTEDI' 21 GIUGNO
“Gli incontri del martedì”
Sede Sociale ore 21.00

Serata di approfondimento tecnico propedeutica alla salita al Monviso.


DOMENICA 26 GIUGNO
CIMA CARS
Capogita
Giacomo Tassara
Gita escursionistica – Disl. m. 1150 – Diff. E

Da Pian delle Gorre per il Vallone di Serpentera.

        


SABATO 2, DOMENICA 3 LUGLIO
ROCCA DI SAN BERNOLFO E CIMA DI COLLALUNGA
Capigita
A.E. Giacomo Bertone, Marco Tagarelli
Gita escursionistica – Diff. E/EE
Pernottamento Rifugio del Laus m. 1910

1° giorno Rocca di S. Bernolfo m. 2681

Arrivo a San Bernolfo, da dove in breve si raggiunge il Rifugio del Laus, si prosegue per la Rocca di San Bernolfo m. 2681 con la possibilità di scegliere, la via normale diff. E, oppure la via diretta diff. EE.

2° giorno Cima di Collalunga m. 2765

Dal Rifugio del Laus salita alla Cima di Collalunga m. 2765 per facile sentiero e strada sterrata attraversando trincee e fortini della seconda guerra mondiale. Al ritorno possibilità, con una breve deviazione, di raggiungere la vetta della Testa dell’Autaret m. 2765.

                 


SABATO 9, DOMENICA 10 LUGLIO
ALBERGIAN m. 3041
Capigita
Mario Chiappero, Salvatore Scarcella
Gita escursionistica
Disl. m. 1500 Diff. E/EE

1° giorno M. Chenaillet m. 2650

Accompagnati da Alberto e Carla, con inizio da Montgenevre lungo la Valle dei Mandarini per il Colletto Verde sino alla cima M. Chenaillet m. 2650, con bella mappa dei monti a 360°, discesa per il sentiero geologico e poi toccando le sorgenti della Durance si ritorna a Montgenevre.

2° giorno Albergian m. 3041

Si parte dall’abitato di Pragelato, e dopo il Chisone si inizia subito a salire ripidamente imboccando il sentiero n° 316 che sale nel bosco. Il percorso è molto diretto e permette di guadagnare rapidamente quota, occorre quindi un buon allenamento per raggiungere la vetta. La cresta terminale si snoda in mezzo a blocchi di sfasciume ed alcuni passaggi rocciosi, non difficili permettono così di arrivare in cima.

                    


GIOVEDI’ 14 LUGLIO
UNA NOTTE SU MONTE CARMO
Capogita
O.N.C. –A.E. Pier Giulio Calcagno
Gita escursionistica – Disl. m. 750 – Diff. E

Ritrovo al parcheggio della Castagna, salita al rifugio “Pian delle Bosse”, poi per il “Sentiero della bandita” passando dalle antiche neviere, giunti al Giogo di Giustenice si segue l’AVML ed il “Sentiero dei 5” fino alla croce di vetta, al tramonto. Poi illuminati dalle torce, si scende al rifugio dove ci aspetta una spaghettata in compagnia per concludere la gita.

                    


DOMENICA 17 LUGLIO
PASSO DEI DUC
Capogita
Claudio Oddone
Gita escursionistica – Disl. m. 1200 – Diff. E

Da Castello si risale il Vallone di Vallanta, passando dal bosco dell’Alevè e dal Bivacco Bertoglio si raggiunge il Passo di San Chiaffredo ed il Passo dei Duc.

Scendendo il vallone si arriva al Lago Bagnour dove c’è il nuovo rifugio, e si ritorna a Castello.

                    


SABATO 23, DOMENICA 24 LUGLIO
VALLE VESUBIE
Parque National du Mercantour
Capogita
Luca Rosso
Gita escursionistica – Diff. EE


ernottamento Refuge de Cougourde

1° giorno Caire de Cougourde m. 2921

Dal parcheggio della Vaccherie du Boreon sino al rifugio, da qui si segue il sentiero che si inoltra nel vallone superiore in direzione del Passo della Rovina; raggiunto il piccolo Lac de Sagnes si svolta a destra su sentiero ben marcato che si insinua nella comba a destra dei 4 Caire di Cougourde sino al Passo per tracce e pietraie, possibilità di neve residua sino a luglio inoltrato, dal colle per facili roccette sul versante Gesso della Barra si perviene in breve alla sommità.

2° giorno Tete de Ruine m. 2981

Dal rifugio si segue il sentiero che sale verso i Lac Bessons; dai laghi si prosegue sulle rocce montonate verso la cima; ritorno per via diversa passando per i Lac de Bassette e discesa per il Vallon des Erps sino al sentiero di accesso al rifugio e di qui al parcheggio.

                          


DOMENICA 31 LUGLIO, LUNEDI’ 1 AGOSTO
MONVISO
Capigita
Pietro Triglia, A.E. Gianfranco Vignone
Gita escursionistica/alpinistica – Disl. m. 600 + 1200 – Diff. E/PD
Materiale: da alta montagna, imbrago, casco
2 moschettoni a ghiera, cordini ed eventualmente piccozza e ramponi.
Pernottamento al Rifugio Quintino Sella m. 2640

Il Monviso con i suoi 3841 m., è la montagna più alta delle Alpi Cozie.
Detto il “Re di Pietra” grazie alla sua altezza e soprattutto alla posizione geografica isolata domina buona parte della pianura piemontese.
L’ascensione che quest’anno viene riproposta dopo 25 anni, prevede la salita per la bella e frequentata via normale, versante sud, con pernottamento al rifugio Quintino Sella.

1° giorno

Da Pian del Re, 2020 m., per comodo sentiero si raggiunge il rifugio Quintino Sella.

2° giorno

Si punta al Passo delle Sagnette 2991 m., si raggiunge il bivacco Andreotti a 3225 m. e poi attraverso la parete sud, difficoltà max II° grado si raggiunge la vetta.

Nota bene: la partecipazione a questa salita è subordinata alla partecipazione alla serata del 21/06 e ad almeno 2 gite nel mese di luglio.

A causa delle avverse condizioni meteo il programma è cambiato
Sabato: inaugurazione del Museo-Rifugio dell'Alpetto (1° rifugio costruito dal CAI nel 1866),
Domenica: salita delle Punte Michelis e Dante

                          


Da DOMENICA 7 a VENERDI' 12 AGOSTO
SENTIERO ROMA

A.E. Franco Moreno

Alta Via – Disl. m. 4000 –  Diff. E/EE
 

E' forse l'alta via più famosa di tutta la Lombardia, grazie ai fantastici ambienti che attraversa, alla difficoltà tecnica del tracciato e ai mitici rifugi dove si sosta.In questo trek compiremo l'intero tracciato, che dura 5 giorni, partendo da Novate Mezzola, appena sopra il lago di Como, per arrivare a Filorera nella Val di Mello.

Per ragioni logistico/organizzative sono disponibili 8 posti.
Adesioni entro il 04/02/2011

                                


MERCOLEDI’ 17 AGOSTO

UNA NOTTE SU MONTE CARMO
Capogita
O.N.C. – A.E. Pier Giulio Calcagno
Gita escursionistica – Disl. m. 750 – Diff. E

Dal parcheggio della Castagna salita al rifugio “Pian delle Bosse”, poi per il “Sentiero della bandita” passando dalle antiche neviere, giunti al Giogo di Giustenice si segue l’AVML ed il “Sentiero dei 5” fino alla croce di vetta, al tramonto. Poi illuminati dalle torce, si scende al rifugio dove ci aspetta una spaghettata in compagnia per concludere la gita.
Non potrà partecipare chi non prenota (tel. 019 671790, o mail: info@rifugiopiandellebosse.it.) e non ha l’attrezzatura minima richiesta. Il ritrovo è alle 17.30 presso il parcheggio posto alla fine della strada, in parte sterrata, che dalla frazione Verzi di Loano sale a Castagnabanca. Dalla piazza di Verzi occorre seguire le indicazioni per il rifugio.
Alle 18,00 si partirà e l’arrivo in vetta è previsto per le 21,00. La discesa, molto panoramica, sarà per la facile cresta sud. Per chi vuole ci sarà anche la possibilità di pernottare e risvegliarsi con una buona colazione presso il rifugio.

La gita è aperta a chiunque abbia un minimo di allenamento, sono necessari gli scarponcini da trekking, lo zaino con vestiti di ricambio, giacca a vento, pila ed acqua.

                 


DA VENERDI’ 26 A LUNEDI’ 29 AGOSTO
VAL MALENCO
Gita escursionistica in collaborazione con il CAI della Valtellina.
Capigita
Mario Chiappero, Giobatta De Francesco, Renato Gotti, A.E. Beppe Peretti.

Nell’ambito del gemellaggio con il CAI della Valtellina, saremo noi quest’anno a far loro visita, ed alloggeremo al Rifugio Zoia m., raggiungibile in auto.
Di qui, con la guida degli amici valtellinesi, effettueremo belle ed interessanti escursioni, adatte a tutti quanti in possesso di un minimo allenamento.

                          


SABATO 3, DOMENICA 4 SETTEMBRE
PARCO NATURALE MONT AVIC
Valle di Champdepraz

Capogita

A.E. Franco Moreno

Gita escursionistica – Disl. m. 900+700 – Diff. E

Pernottamento Rifugio Barbustel m. 2200

Due giorni all’interno di uno dei più belli e meno conosciuti parchi della Valle d’Aosta, lungo sentieri ben tracciati si attraversano zone umide di vera “wilderness”, incontrando il Pino Uncinato, la carnivora Drosera, la Rana Temporaria, il curioso Crociere ecc.
Con ampio giro toccando il Lac Cornu, il Gran Lac ed innumerevoli altri, più piccoli, ci si porta sino alla Pointe de Mezdove, m. 2850 sempre su comodo e ben segnalato sentiero. Discesa lungo la valle del Lac Gelè, sede di antiche miniere di magnetite, per tornare infine a Veulla.
Adesioni entro il 29/07/2011

                           


SABATO 10, DOMENICA 11 SETTEMBRE

MONT EMILIUS

Capogita

A.E. Claudio Menozzi

Gita escursionistica Disl. m. 350+1050 Diff. EE

Pernottamento Rifugio Arbolle
 

Il Mont Emilius si innalza sopra la conca di Aosta ed insieme alla Becca di Nona, ne costituisce uno scenario imponente.
La cima dell’Emilius offre uno dei panorami più belli della Valle d’Aosta con vista a 360° su tutto l’arco alpino.
Cima molto frequentata per la facilità del percorso, che si sviluppa seguendo la via normale che ne risale la cresta sud.

                 


SABATO 17, DOMENICA 18 SETTEMBRE
PUNTA ROGNOSA m. 3280

Capigita

Mario Chiappero, Salvatore Scarcella

Gita escursionistica Disl. m. 1300 Diff. EE
 

L’itinerario inizia poco dopo il Colle del Sestriere, e seguendo una sterrata verso il M. Alpetta m. 2302, per piste e tracce di sentiero si salirà il M. Sises m. 2658. Aggirata la Cima Querellat m. 2762 e raggiunto il Passo di San Giacomo m. 2663, seguendo l’ampio crestone si perviene alla vetta. La discesa per la stessa via di salita fino al colletto, poi seguendo il sentiero lungo il versante nord si arriva alla diga del Chisonetto e poi per stradina sterrata fino al punto di partenza.

                       


VENERDI’ 23 SETTEMBRE

Serata dedicata alla stesura del calendario delle attività per il 2012. Chi ha delle proposte si faccia avanti, portando anche una breve relazione, al fine di ridurre i tempi di realizzazione del calendario.


DOMENICA 25 SETTEMBRE
CIMA RUSCARINA m. 2252

Capogita

A.E. Franco Moreno

Gita escursionistica – Disl. m. 1150 – Diff. E/EE

Partendo da Chionea m. 1102, lungo la vecchia mulattiera invasa dalla vegetazione e per tracce di sentiero si raggiunge la Colla del Pizzo. Su tutta la costiera verso la Colla dei Termini, Cima Ruscarina e Ferrarine, si notano ancora in maniera evidente le opere difensive risalenti all’epoca della Battaglia di Loano del 1795. Per itinerario, in parte, fuori sentiero si ritorna a Chionea.

                             


SABATO 1 OTTOBRE
Commissione Escursionismo e sentieristica

GIORNATA DEDICATA ALLA PULIZIA E MANUTENZIONE DI UN SENTIERO.

 

DOMENICA 2 OTTOBRE
SENTIERO NATURALISTICO DEI LAGHI DEL GORZENTE
Capigita
Sandra Oliveri, Loredana Tissone
Gita escursionistica – Diff. E

Lasciate le auto alla Colla di Praglia, con vari saliscendi , si raggiunge l’osservatorio del CAI che offre una splendida visuale che spazia dal golfo di Genova alla Pianura Padana e sui tre laghi del Gorzente. Da li con ripida discesa si raggiungono i laghi che si costeggiano seguendo il sentiero naturalistico.

                          


MARTEDI’ 4 OTTOBRE
Serata del Socio

“Monte Rosa”
di Giorgio Massone

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 il Socio Giorgio Massone presenterà le immagini della montagna più Himalayana delle Alpi.


DOMENICA 9 OTTOBRE
ANELLO MONTE GALERO m. 1708
Capogita
O.N.C. –A.E. Pier Giulio Calcagno
Gita escursionistica – Disl. m. 1300 – Diff. EE

Partendo dal borgo di Vignolo, fraz. Di Nasino, percorrendo antichi pascoli, sterrate e sentieri, si giunge al Colle del Prione. Da qui si raggiunge la vetta del M. Galero m. 1708, percorrendo un tratto dell’AVML. Si scende poi nella solitaria Valle del Serezzo, attraverso resti di antichi insediamenti, fino a ritornare al punto di partenza.

                             


DOMENICA 16 OTTOBRE

CASTAGNATA

Commissione manifestazioni

Tradizionale appuntamento autunnale
Rifugio “Pian delle Bosse”

Gustoso appuntamento autunnale con le caldarroste accompagnate da tanta allegria.

CAI giovani “I Gufetti”
RIFUGIO “PIAN DELLE BOSSE”

Castagnata e una giornata spensierata anche per i giovanissimi

                 
                

ANTICO SENTIERO DEL FIENO

Domenica 16 ottobre, nell’ambito delle manifestazioni previste per i festeggiamenti per la ricorrenza dei quaranta anni di fondazione della sezione Cai di Loano, verrà proposto dai soci Cai di ripercorrere il “Sentiero del Fieno” con partenza dalla frazione Ranzi di Pietra Ligure alle ore 8,30. Si tratta di un percorso interamente segnato (segnavia triangolo rosso pieno) che, dalla borgata di Santa Libera, raggiunge la vetta del Monte Carmo.

Questo sentiero, nei secoli scorsi, aveva notevole importanza per l'allora Comune di Ranzi, (annesso a Pietra Ligure il l" gennaio 1929); per questo motivo i proprietari dei terreni ove avveniva la fienagione, erano obbligati, in base ad un regolamento comunale, a prestare tre o quattro giornate di lavoro per la sua manutenzione.

Ricordiamo che il fieno è stato la “benzina” utilizzata prima della diffusione della meccanizzazione agricola e dei trasporti, in quanto era la fonte energetica dell’alimentazione degli animali (muli, asini, buoi) che fornivano la trazione e la forza necessaria nelle campagne, quindi era una riserva di energia che, raccolta in estate, era utilizzata per il resto dell’anno.

Lungo il percorso, nel XVIII secolo, sempre il Comune di Ranzi, fece costruire tre "cabanui" (caselle di grandi dimensioni) per dare un riparo, in caso di maltempo, ai muli con il carico ed ai loro conducenti.

Il primo è situato a monte della cascina "Zuffo" (u Furmigua); il secondo sorge all'incirca a metà strada tra il primo "cabanun" ed il Bric Colletto, ora di proprietà dei cugini Oliva (Camineve) ed il terzo, attualmente di proprietà della famiglia Porro, fa parte dell' ”Anello delle caselle" e si trova tra il Bric Colletto ed il "Rifugio Pian delle Bosse".

Questo sentiero, denominato "Strada comunale del Giovo", venne ampiamente utilizzato sino a quando durò la fienagione, cioè intorno al 1950, ed i muli, a volte, lo percorrevano, andata e ritorno, in 6 ore ed effettuavano fino a due viaggi in un giorno.

Rappresentò e rappresenta tuttora grande importanza per l'economia agricola di Ranzi, anche perché una buona parte di detto sentiero, dal 1919, è percorsa dall'acquedotto irriguo che dal Giovo di Giustenice, lungo un percorso di 11 chilometri, raggiunge le enormi vasche di raccolta situate in località “Funtanasse”, a monte della Borgata Santa Libera.Tale acquedotto, costruito da privati, fu interamente scavato ed interrato con la sola forza manuale, quindi senza l'ausilio di alcun macchinario.

Il sentiero del fieno si collega con la fitta rete che consente di raggiungere il Carmo e la zona circostante.

Raggiungendo il rifugio “Pian delle Bosse”, di proprietà della sezione e gestito da Lorenzo e Valentina (tel. 019 671790) si può seguire la seconda tappa del il sentiero delle “Terre Alte”, del quale esiste una pubblicazione edita dalla Comunità Montana Pollupice; da Pian delle Bosse partono anche i sentieri “delle caselle” e delle “neviere”, che ci portano a conoscere le testimonianze del lavoro dell’uomo nei pascoli e boschi del Carmo.

Dalla vetta del Carmo si  interseca l’Alta Via dei Monti Liguri, che prosegue verso il giovo di Toirano o verso il colle del Melogno; altri percorsi permettono di proseguire scendendo a Bardineto e Calizzano.

Domenica 16 ottobre gli Accompagnatori di Escursionismo del Cai di Loano condurranno i partecipanti  per buona parte del sentiero del fieno, ora pulito grazie all’opera dei volontari soci Cai fino a giungere al rifugio “Pian delle Bosse”, dove si concluderà piacevolmente l’escursione con l’annuale Castagnata aperta a tutti.

Vi aspettiamo quindi numerosi sul sentiero del fieno e alla Castagnata, dove potrete anche gustare ottima polenta e bere buon vino.

Pier Giulio Calcagno AE ONC sezione Cai di Loano

 
 

MARTEDI’ 18 OTTOBRE
Serata del Socio
“La Via Francigena”
Parte prima: da Canterbury al Gran San Bernardo
di A.E. Beppe Peretti

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, il Socio Beppe Peretti presenterà le immagini della prima parte del lungo percorso compiuto nel 2010.


DOMENICA 30 OTTOBRE
REALDO – SACCARELLO – VERDEGGIA
“Alla scoperta dei colori dell’autunno nell’Alta Valle Argentina”
Capigita
Pietro Triglia, A.E. Gianfranco Vignone
Gita escursionistica – Disl. m. 1200 – Diff. E

E’ proprio una bella e lunga camminata attraverso paesaggi alpestri e natura selvaggia.
L’itinerario proposto prevede la partenza da Realdo, 1010 m., quindi il sentiero si inerpica subito fino a raggiungere la chiesetta di Sant’Antonio a 1203 m., per poi proseguire attraverso i boschi sino al Passo di Collardente, 1601 m. al confine con la Francia dove incontreremo l’Alta Via dei Monti Liguri.
Seguendo il tracciato dell’AV si raggiunge il Passo di Tanarello ed in breve il Monte Saccarello 2201 m., punto culminante della Liguria.
L’itinerario di discesa prevede di raggiungere il Passo di Garlenda, da qui giù al Passo della Guardia fino a raggiungere Verdeggia, 1100 m. e in ultimo ancora Realdo.

                          


MARTEDI’ 25 OTTOBRE
Serata del Socio
“Rimiemuse 5°”
di Paola Cenere, Giobatta De Francesco, Giorgio Massone

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 i Soci concluderanno la presentazione delle immagini dei primi 40 anni di vita della Sezione.


VENERDI’ 28 OTTOBRE

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI

Presentazione bilancio preventivo, quote sociali e programma attività sezionali per il 2012.



MARTEDI’ 8 NOVEMBRE
Serata del Socio
“La Via Francigena”
Seconda parte: dalle Alpi alla Basilica di San Pietro
di A.E. Beppe Peretti

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00, il Socio Beppe Peretti presenterà le immagini della seconda parte del lungo percorso compiuto nel 2010.


DOMENICA 13 NOVEMBRE
GROTTA DELLA GIARA
Capigita
Agostino Chiesa, Pierangelo Folco
Escursione speleologica

Causa impraticabilità nel 2010, viene riproposta nel 2011.
É una delle più vaste grotte del Toiranese, con uno sviluppo sub-orizzontale di quasi 500 metri, originatosi per circolazione di acque incanalate sotto pressione, ma che da decine di millenni hanno ormai abbandonato la cavità, lasciando cospicui riempimenti argillosi, spesso ricoperti da colate calcaree.

                          


DOMENICA 20 NOVEMBRE
GIROLANGANDO VI° – PRANZO SOCIALE
Capigita
A.E. Claudio Menozzi, A.E. Beppe Peretti
Gita escursionistica – Disl. m. 300/400 – Diff. T/E
Trasferimento in pullman

Continua la tradizione che da 6 anni vede una grande partecipazione dei Soci alla gita autunnale nelle Langhe, in collaborazione con il CAI di Alba. Anche quest’anno gli amici albesi ci prepareranno un itinerario che percorrerà valli e colline, e che troverà conclusione in un tipico ristorante langarolo, per il tradizionale pranzo sociale, abbinato in occasione del quarantesimo anniversario della Sezione.

                                   



DOMENICA 20 NOVEMBRE
spostata al
4 DICEMBRE

CAI giovani “I Gufetti”
ROCCA DI PERTI

Dai vicoli di Finalborgo fino alla Rocca di Perti, lungo la “Strada Beretta”.

                 


MARTEDI’ 22 NOVEMBRE
Serata del Socio
“Valle Roja”
di Paola Cenere

Presso la Sede Sociale con inizio alle ore 21,00 la Socia Paola Cenere ci porterà a spasso lungo la Valle Roja, con le immagini scattate da Luigi.


DOMENICA 27 NOVEMBRE
RIO SGORELA
Capogita
Antonello Tassi
Gita escursionistica  – Disl. m. 800 – Diff. E

Lungo itinerario ad anello con partenza ed arrivo a Rocchetta Nervina. Si risale a mezza costa la profonda valle a canyon su comodo sentiero battuto, lungo il quale si possono ammirare due caratteristici ponti in pietra sul Rio Sgorela. Il boscoso M. Abellio risulta via, via sempre più visibile e imponente. Da qui un tratto abbastanza lungo di salita conduce ad intercettare la ex carrabile militare di cresta, che si percorre per alcuni km. in direzione sud, segnavia AVML. Giunti ad un bivio e, attraversando un fittissimo bosco di leccio, si giunge al punto di partenza.

                           


DOMENICA 11 DICEMBRE
CAI giovani “I Gufetti”
MONTE PICCARO

Una salita in mezzo alla macchia mediterranea, per raggiungere un bel punto panoramico.

                          


DOMENICA 18 DICEMBRE
PUNTA MESCO
IN SEGUITO AI NOTI EVENTI ALLUVIONALI E' CAMBIATA LA DESTINAZIONE:

FRANCIA: LA TURBIE
Capigita
A.E. Giacomo Bertone, A.E. Beppe Peretti
Gita escursionistica  – Disl. m. 600 – Diff. E

Classica escursione “di mare”, nella zona ovest delle 5 Terre. Il giro ad anello parte ed arriva a Monterosso, passando dal Santuario di Soviore (una balconata sulla costa sottostante), il Colle di Gritta, Punta Mesco e la Villa del Gigante, per ritornare infine al lungomare di Monterosso.

                          


VENERDI’ 23 DICEMBRE

Serata degli Auguri

PROIEZIONE DELLE IMMAGINI DELLE GITE EFFETTUATE DURANTE L’ANNO
E
RINFRESCO
CON CONSEGNA
“AQUILE D’ARGENTO”
AI SOCI VENTICINQUENNALI

Acquarone Angela Camilla
Bianchi Stefano
Calcagno Giovanni
Calcagno Raffaella
Capello Bianca
Fazio Andrea
Fazio Francesco