Sezione di LOANO (SV)

S E N T I E R I

VERDI-AZZURRI

NEL LOANESE



La vetta del Carmo (m.1389),
sullo sfondo Loano ed il mare


 DALPORTO3

 

 

 

 

DAL MARE AI MONTI

NEL

GRUPPO

DEL MONTE CARMO

CON IL PATROCINIO DELL'A.P.T.

RIVIERA DELLE PALME DI ALASSIO

apt1 


CONSIGLI ED INFORMAZIONI UTILI

- Avvisare sempre qualcuno prima di intraprendere una gita. Per i percorsi piu' impegnativi dotarsi di scarponi e calzettoni di lana anche perchè, tra gli abitatori delle nostre montagne, vi è la vipera. - Date le condizioni climatiche particolarmente favorevoli della nostra regione le escursioni possono essere effettuate tutto l'anno. I periodi migliori sono la primavera e l'autunno. - Lo stato dei sentieri in genere è abbastanza buono; tuttavia, data la particolarità della macchia mediterranea, può capitare di trovarli, in alcuni tratti, temporaneamente invasi dalla vegetazione. Simboli: per ogni percorso, al fine di facilitarne la lettura, sono stati inseriti i seguenti simboli:
** Turistico

***

Per escursionisti medi
**** Impegnativo

 

 

PERCORSO N°1

Segnavia

CARTA

BORGHETTO S. S. - SANTUARIO N. S. DI MONTE CROCE DI BALESTRINO

Difficoltà:

****

Km. 7,900

Dislivello massimo: mt.748
Tempo di cammino: h. 3,30

Punti di riferimento: partenza Via Aurelia Castello Borelli oppure ex scuole elementari - Monte Piccaro m. 281 (graziosa Cappelletta rivestita di sassolini bianchi) - Monte Croce m. 541 (stupendo panorama sul litorale) - Monte sopra Toirano m. 623 - Monte Acuto m. 748 - Santuario di N. S. di Monte Croce m. 735.
Il Santuario di Monte Croce è stato eretto a seguito dell'apparizione della Beata Vergine Maria ad una giovane di Balestrino.

 

PERCORSO N° 2

Segnavia

CARTA

TOIRANO - MONTE ACUTO

Difficoltà':

***

Km. 3,200

Dislivello massimo: mt. 689
Tempo di cammino: h. 2,30

Punti di riferimento: partenza strada provinciale Borghetto S. S. - Toirano

 

PERCORSO N° 3

Segnavia

CARTA

SALTO DEL LUPO - GIOGO DI TOIRANO (Antica via della valle)

Difficoltà:

***

Km. 4,800

Dislivello massimo: mt. 604
Tempo di cammino: h. 2,30

Punti di riferimento: partenza Ponte del Salto del lupo - antiche colture olivicole - suggestivo panorama delle balze del Monte San Pietro - fontana/abbeveratoio - caratteristico fondo in acciottolato - sul lato sinistro pinnacoli degli Alzabecchi - boschi cedui - prati - Giogo di Toirano
Annotazioni: L'antica via della valle è stata, sino alla fine del 1800, la principale arteria di collegamento tra la Riviera e l'Alta Val Bormida.
Si racconta che:
i picchi degli Alzabecchi fossero luogo di raduno delle "basure" (streghe) per i loro convegni e che il nome di "Salto del Lupo" derivi dalla selvaggia solitudine del luogo che favoriva, nei tempi andati, l'assalto dei lupi ai viandanti.

 

PERCORSO N° 4

Segnavia

CARTA

BOISSANO - SAN PIETRINO

Difficoltà:

**

Km. 2,500

Dislivello massimo: mt. 377
Tempo di cammino: h. 1,00

Punti di riferimento: partenza Piazza G. Govi - vasca di raccolta dell'acquedotto civico - fondo in acciottolato - ruderi antica Chiesa di San Paolo (XIV) - Casa Molle mt. 254 - Casa Fossae mt. 321 - Chiesetta di San Pietrino mt. 477
Annotazioni: da San Pietrino, voltando a sinistra, si raggiunge il Monte San Pietro in Varatella (Vedi percorso 5 segnavia )
oppure, prendendo il sentiero di destra (via Napoleonica) si raggiunge il Monte Carmo (segnavia ) tagliando le pendici, lato est, del Monte Ravinet attraverso Casa Peglia, Casa del Fo e Bric Ciazza Lunga. Solennità di San Pietrino: ultima domenica di maggio, caratteristiche luminarie e giochi campestri.

 

PERCORSO N° 5

Segnavia

CARTA

BOISSANO - SAN PIETRO DEI MONTI

Difficoltà:

****

Km. 5,000

Dislivello massimo: mt. 780
Tempo di cammino: h. 2,30

Punti di riferimento: vedi percorso 4 , da San Pietrino segnavia - Casa del Prato - Pietra del Gallo (masso erratico sormontato da una croce in ferro) - Volte (stretti tornanti) - Croce Bordonaira - Abbazia di San Pietro mt. 891.
Annotazioni: La solennità di San Pietro ricorre il 1° maggio, funzioni religiose e grande festa campestre. L'Abbazia di San Pietro fu eretta agli inizi dell'800 e fu donata per volere di Carlo Magno ai Monaci Benedettini.
Si racconta che:
la Pietra del Gallo fu così chiamata, nella tradizione popolare, perche' la notte in cui San Pietro rinnego' Gesu' il gallo vi canto' tre volte.

 

PERCORSO N° 6

Segnavia

CARTA

LOANO - VERZI - PIAN DELLE BOSSE - MONTE CARMO

Difficoltà:

 ****

Km. 9.900

Dislivello massimo: mt. 1389
Tempo di cammino: h. 4,30 per sentiero di cresta h. 5,00 per il Giogo di Giustenice

Punti di riferimento: partenza da Loano - strada per Verzi (carrozzabile) - Parrocchiale di Verzi (artistica statua della Madonna) - Cascina Corma - Cascina Lanfranco - parcheggio rifugio Pian delle Bosse mt. 603 - bivio Rocca dell'Avio - Rifugio CAI mt. 841. Da questo punto, per raggiungere la vetta del Carmo (mt. 1389), sono praticabili due tracciati:
pendici Bric Pratello - G. di Giustenice h.2,00
sentiero di cresta h. 1,30  segnavia
Annotazioni: il rifugio Pian delle Bosse (40 posti letto - possibilita' di pernottamento con prenotazione) edificato dalla Sezione del CAI di Loano è punto di partenza di interessanti escursioni e base di appoggio per le palestre di roccia della Rocca dell'Avio e dello Scoglio del Butto - sorge in ambiente particolarmente felice per gli appassionati di botanica. La prima domenica di giugno in vetta al Carmo ricorre la "Festa del fiore".
Si racconta che:
nei pressi del Carmo e' celata una "bocca da fuoco" ricolma d'oro lasciata dalle truppe francesi dopo la battaglia di Loano nel 1795.

 

PERCORSO N° 7

Segnavia

CARTA

LOANO - VERZI - ROCCA DELL'AVIO - MONTE CARMO

Difficoltà:

 ****

Km. 9,800

Dislivello massimo: mt. 1389
Tempo di cammino: h. 5,00

Punti di riferimento: da Loano al parcheggio del rifugio di Pian delle Bosse (vedi percorso N° 6) - dopo mt. 400 dal parcheggio, bivio a sinistra - Rocca dell'Avio - Costa Sellette - Rifugio "Amici del Carmo" (12 posti letto - di proprieta' privata) - Vetta del Carmo
Annotazioni: La Rocca dell'Avio, possente torrione di quarzite, costituisce un'ideale palestra di arrampicamento di circa mt. 90. Poco a nord si erge lo Scoglio del Butto anch'esso interessante parete per gli appassionati di roccia.
Si racconta che:
un grande spirito buono sovrastasse le nostre terre poggiando un piede sulla vetta del Carmo e l'altro sul Giogo di Giustenice, preservandole così dagli spiriti maligni.